Bonus Materassi 2020

Postato da: Attilio staff in: Root commenti: 0 visite: 9586

bonus materasso 2020 confermato per il 2020 fino al 31 dicembre 2020. Consigli ed informazioni su quali sono le quote del rimborso per ristrutturazioni e bonus mobili 2020 e detrazioni per materassi dispositivo medico CE.

Bonus Materassi

Proroga per il 2020. Il 31 dicembre 2019 era la scadenza del bonus per usufruire della possibilità di detrazione Irpef del 50% sull'acquisto di un nuovo materasso, in quanto necessario complemento d'arredo per una casa in ristrutturazione, ma la buona notizia è che è stato riconfermato per l'anno in corso grazie al decreto "mille proroghe".

ristrutturazioni

Come detrarre fiscalmente il materasso con il bonus

Possono usufruirne chi ha richiesto delle ristrutturazioni edilizie a partire dal primo Gennaio 2019 (quindi anche nel 2020), ed inoltre è necessario che la data di inizio lavori sia anteriore rispetto alla data di acquisto del nuovo materasso o letto.

Bonifico per detrazione Bonus Mobili

E' indispensabile eseguire il bonifico spuntando la voce "per detrazioni" specificando il tipo di detrazione. Il commerciante deve emettere fattura prima, o fornirvi il numero fattura, la data, per emettere tale bonifico.

E' possibile detrarre beni acquistati a rate con finanziamento? Certamente si possono scaricare anche beni acquistati tramite finanziarie, il venditore dovrà aprire la pratica di finanziamento apposita, dove è indicato "per incentivi". Una volta firmato il contratto rileggetelo con calma a casa ed entro 48 ore date disdetta se non riporta questo parametro, altrimenti poi non potrete scaricare la cifra intera spesa.

Materassi Roma negozio

detrazioni

Cosa rientra nel bonus Fiscale 2020

In questa detrazione rientrano anche altri complementi di arredo, quali mobili e grandi elettrodomestici, di classe non inferiore ad A+ (per i forni basta la classe A).

Come verrà ripartita la detrazione?

La detrazione fiscale del Bonus Mobili verrà ripartita in 10 quote annuali di importo uguale per un massimo di 10 mila euro.

Detrazioni fiscali per dispositivo medico CE

Materassi cuscini e reti ergonomiche se a marchio CE possono essere detratti del 19% dai redditi, quindi dalla dichiarazione redditi dell'anno successivo a quello dell'acquisto. La fattura emessa dal commerciante deve riportare per esempio Materasso Gabrielli mod. disp. medico CE n. 1499379, Trattasi di dispositivo medico con marcatura CE D.Lgs 46/97 registrato al n. indicato, dell'elenco al Ministero della Salute eccetera. Importante: l'indicazione del decreto deve essere riportata in fattura.

Non è necessario il bonifico per tale detrazione, o altri pagamenti tracciabili. E' possibile saldare contanti entro i limiti consentiti, al momento 2999,99 euro.

E' necessaria la Ricetta Medica o prescrizione del materasso per la detrazione?

In realtà no, tutti i dispositivi medici riportati nell'elenco del ministero della Salute possono essere detratti tramite scontrino parlante o fattura dove quindi è riportato il vostro codice fiscale. Alcuni commercialisti suggeriscono comunque di provvedere a farsi prescrivere su ricetta bianca dal medico di base o da uno specialista (ortopedico, neurochirurgo, eccetera) la tipologia di materasso che si sta per acquistare. La prescrizione deve avere data antecedente alla fattura.

I materassi, inoltre, possono essere acquistati con l'Iva al 4% in quanto dispositivo medico. In questa detrazione potrebbero rientrare anche reti, poltrone motorizzate o letti, con classe 1 CE. I materassi che rientrano in questa classe sono Simmons, Gabrielli Bedding, Dorelan ed Ennerev.

Potrebbe interessarti: Come Scegliere il Cuscino per la Cervicale

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici su Facebook per altri consigli e troverai tanti contest a cui partecipare per ricevere premi e buoni sconto!  

commenti

lascia un commento

Torna su